Attualità, Politica, Riflessioni

Giustizia? Solo se il tasso d’interesse è alto.

Ho appena visto questo servizio del TG di LA7 in cui sono state riassunte le dichiarazioni dell’incontro tra il nostro Presidente del Consiglio, Mario Monti, e il Cancelliere tedesco, Angela Merkel.

A momenti cado dalla sedia. Ho controllato su Internet ed ho trovato conferma in questo articolo de Il Fatto Quotidiano.

La dichiarazione sconcertante è fuoriuscita dalla bocca del nostro Presidente e mirava a fornire le ragioni che l’hanno spinto ad annunciare l’impegno a riformare la giustizia in Italia. Le parole sono state:

La giustizia è determinante per la competitività del Paese, quindi un governo come il nostro, che è stato chiamato per far uscire l’Italia dalla crisi, non può non occuparsi di garantire una giustizia funzionale all’obiettivo che ci siamo dati. Se in un territorio non c’è giustizia, vuol dire che non c’è attrattività economica. Quindi dobbiamo agire.

Il mio turbamento è dovuto alla deduzione logica che è stata fatta: “dobbiamo riformare la giustizia perché altrimenti nessuno investe in Italia”.

Il termine giustizia deriva da giusto. Lo dice il nome stesso: la giustizia è giusta e, in quanto tale, dovrebbe essere perseguita sempre e comunque.

Se in un territorio non c’è giustizia, vuol dire che è un paese ingiusto. Punto. Questa è la cosa importante… non se attrae o meno capitale!

La giustizia deve funzionare, indipendentemente dal ritorno economico. Il Governo deve garantire il funzionamento efficiente della giustizia; deve agire per garantire questo diritto fondamentale ai cittadini, e non perché altrimenti i mercati non investono nel nostro paese! Il Governo ha infatti un dovere verso i cittadini e non verso i mercati economici.

Il Governo è al servizio dei cittadini. Dei cittadini. Non delle banche. Non dei mercati. Non dell’economia. E’ al servizio dei cittadini.

Annunci

6 pensieri su “Giustizia? Solo se il tasso d’interesse è alto.

  1. Anche io all’inizio sono rimasto sconcertato, ma poi Monti ha concluso la frase dicendo che la giustizia non è utile solo per l’attività economica..
    Purtroppo questo è il problema di aver affidato il governo a un economista!
    Per la cronaca.. ero su Rai News. Magari a LA7 quell’altra parte l’hanno tagliata XD

    1. Ciao Francesco.
      Ho sentito anche io il riferimento al fatto che la giustizia ha un impatto anche nella vita civile, ma è stato solo un accenno; il centro del discorso era proprio il legame tra giustizia ed economia.

      Per dovere di cronaca, ho trascritto il pezzo del filmato mandato in onda su LA7:
      “La giustizia è una delle molte determinanti della competitività di un’economia, oltre che fondamentale per la vita civile. E’ una delle determinanti della competitività di un’economia ed è una delle determinanti della attrattività o meno di un territorio agli investimenti sia esteri sia nazionali.”

  2. Sì, infatti concordo pienamente con quello che dici, però i giornali non ci mettono niente a fare polemiche per qualunque cosa o qualsiasi svista. Questo era da precisare secondo me.
    Poi che Monti ragioni in termini di quel tipo purtroppo è saputo e risaputo…

    1. Purtroppo quello che sto notando ultimamente è che l’economia è diventata il fulcro di ogni decisione, è la guida che indica la strada da seguire.
      Col mio intervento non volevo tanto criticare Monti (che secondo me sta comunque facendo un buon lavoro), quanto piuttosto far capire che certi ragionamenti sono fuorvianti e pericolosi. Il rischio è che, a forza di sentirsi dire frasi come quella pronunciata da Monti,la gente non si accorga del piccolo difetto di un’affermazione del genere e quindi la assimili, accogliendola come un buon esempio di ragionamento da seguire. Con la conseguenza che così la gente si troverà ad aver accettato il fatto di essere al servizio dell’economia, dandolo per un fatto assodato che non è possibile sovvertire.

      1. Esattamente Andrea, questo è un ragionamento che faccio spesso anche io.
        Ormai tutti parlano di spread, tassi di interesse e compagnia cantante, lasciando dei piccoli trafiletti alla cultura, alle canzoni ecc. Ti parla uno che dà parecchia importanza alle “tasche piene” 😀
        Così facendo non andremo da nessuna parte, anzi finiremo per peggiorare la situazione secondo me..
        Tutto ciò succede comunque a causa dei giornali, telegiornali, che poi sono in realtà “comandati” dall’alto. Se tutti parlano di spread, tutti finiremo per parlarne e così ci dimenticheremo degli altri valori che dovrebbero guidare la nostra esistenza, che corre il rischio di diventare sempre più “misera”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...