Attualità, Politica

SI o NO? L’importante è dire qualcosa! Libertà è partecipazione.

Notizia dell’ultima ora: al prossimo referendum del 12 e 13 Giugno non si devono votare per forza 4 SÌ o 4 NO. Si possono votare anche 3 SÌ e un NO (come il sindaco di Firenze Matteo Renzi, del PD), o 2 SÌ e 2 NO (come il presidente del Veneto Luca Zaia, della Lega), o 1 SÌ e 3 NO…

Non si devono per forza votare 4 NO se si è di destra o 4 SÌ se si è di sinistra.
In questo referendum si votano questioni importantissime, che riguardano il futuro di ognuno di noi. Non bisogna cadere nella trappola di abboccare a ciò che i politici ci dicono per cercare di convincerci a fare i loro interssi, e nemmeno fare ciò che ci viene suggerito dagli slogan condivisi su Facebook soltanto perché ci arrivano da un canale di comunicazione “figo”: ognuno di noi dovrebbe riflettere seriamente sui quesiti del referendum e fare ciò che si sente di fare.
Non bisogna mettere questo referendum sul piano politico, perché ci sono in ballo questioni troppo importanti, le cui conseguenze ricadranno su di noi, sul nostro futuro… dove “nostro” è inteso come paese ma anche come persone.

Non è di destra essere favorevoli al nucleare, così come non è di sinistra pretendere che la legge sia uguale per tutti. Non è così che dobbiamo pensare. Ognuno di noi dovrebbe capire come vorrebbe il proprio futuro ed esprimere un voto che consenta di andare verso quella direzione.
Per fare un esempio: desiderate una Italia in cui l’energia sia prodotta principalmente da pannelli solari, pale eoliche e altri fonti rinnovabili (con tutte le conseguenze che ciò comporta)? O, semplicemente, avete paura di rischiare di dover convivere per sempre con scorie radioattive sotto casa? O avete paura di un possibile disastro nucleare? Allora votate SÌ al quesito sul nucleare.

Lasciate perdere tutti i discorsi politici. In questo referendum la politica non ci deve entrare. E’ una questione personale: riguarda la vita di ognuno di noi. Per questo è importante che ogni singolo cittadino vada a votare: per evitare che altri decidano cosa fare della nostra vita e del nostro futuro.

Non vi dico: “andate a votare 4 SÌ”. Vi dico solo: andate a votare per il vostro bene, indipendentemente da cosa voterete. Se non andrete a votare, saranno altri a decidere cosa fare della vostra vita!

Fare il bagno nella vasca è di destra
far la doccia invece è di sinistra
[…]
è evidente che la gente è poco seria
quando parla di sinistra o destra.
(“Destra-Sinistra”, Giorgio Gaber)

Advertisements

4 pensieri su “SI o NO? L’importante è dire qualcosa! Libertà è partecipazione.

  1. Quando l’hai scritto e postato non sapevi l’ esito
    finale del referendum, ma già la tua coscienza si esprimeva in
    modo onesto e corretto (x per me).
    Adesso che il “gioco” è fatto, sono convinta che il tuo voto è stato
    un Sì su tutta la linea ( ma puoi benissimo smentirmi se vuoi)

    Buona giornata
    Mistral

    1. Credo che onestà e correttezza possano essere attribuite a tutti coloro che hanno espresso con convinzione e serietà il proprio voto. Non credo che ai posteri interesserà sapere su quale monosillabo io abbia lasciato traccia con l’apposita matita…
      Tuttavia non nascondo la mia felicità riguardo l’esito del referendum. Contrariamente a quanto si possa credere, ciò che mi rende maggiormente felice non è l’abrogazione di quelle leggi, quanto piuttosto la numerosa partecipazione degli italiani, che evidenzia un distacco notevole tra i politici attuali e la cittadinanza e, soprattutto, una crescente consapevolezza da parte dei votanti di essere gli artefici del proprio destino. Grazie a questo referendum, molti sono tornati a ritenersi orgogliosi di essere italiani.

      1. Aggiungo un’osservazione personale dettata dall’esito di questo referendum: mai come ora gli italiani hanno dimostrato quanto sia vero il primo articolo della nostra Costituzione, in particolare quando afferma “la sovranità appartiene al popolo”.
        Non al governo, non al parlamento, non ai politici… ma al popolo. E’ bene che tutti lo tengano sempre presente.

  2. Condivido appieno il tuo pensiero.
    Spero soltanto che non sia il solto fuoco di paglia.
    Sarei contenta se anche un fuocherello continuasse a
    illuminare le coscienze di ognuno.

    Buon pomeriggio
    Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...