Attualità

Modulo di assunzione

Riporto alcune frasi estratte da un articolo che ho letto ieri.

Le aziende devono chiarirsi le idee sui modi di assunzione di nuovo personale.
Chiedono il segno zodiacale del fidanzato/a o di tutta la famiglia, così se capiti in segni come Bilancia o Gemelli, gli occhi dell’interlocutore guardano al cielo e con un sospiro ti senti dire “ah, segni doppi”. Che scienza!

Altra perla preziosa da collezione: “dica i suoi pregi e i suoi difetti“. Per finire, in particolare per le donne non ancora sposate, alla domanda “ha intenzione di sposarsi?” le risposte canoniche da dare, non dimenticatelo, sono “fra dieci anni”, “no”, “mai”.
Succede con frequenza che, in colloqui con più aziende, la stessa persona si ritrovi lo stesso test. E se le aziende riscoprissero quel metodo infallibile dell’andare “a naso”?
Capitolo a parte merita il numero dei colloqui da sostenere: per occupare posti da 900 euro al mese, con contratto annuale, servono laurea, master, tre lingue in modo perfetto e poi bisogna sottoporsi dai due ai quattro colloqui e alla fine attendere a casa, anche per diversi mesi, la risposta, sempre se arriva!
Cose dell’altro mondo.

Qualche settimana fa, in un colloquio ho dovuto rispondere a tantissime domande, tra le quali c’erano le seguenti:

  • Legge libri? Di che genere?
  • Quante volte va in discoteca? (Mai/Ogni tanto/Spesso/Sempre)”

Ma che c’entra?! Che vi frega?! Io la sera posso mettere il giubbotto di pelle e andare con una Harley Davidson in discoteca a ballare l’Heavy metal o l’Hardcore e a farmi gli spinelli… cambia qualcosa? E se poi, invece, sul posto di lavoro fossi l’uomo più competente ed integerrimo del mondo, sempre vestito in giacca e cravatta?

Il fatto più scandaloso è che non mi hanno fatto domande, se non generiche, riguardo alle mie competenze!

Per loro conta di più la forma, l’apparenza, che la sostanza, il contenuto.
Che schifo!

PS: dopo aver letto il test, mi sono arrabbiato e ho fatto “lo stronzo” rispondendo negativamente a tutte le domande (“Sei disposto a lavorare anche a casa? No.”, “Porti giacca e cravatta? No.”, e così via). Dopo qualche giorno mi hanno richiamato offrendomi un secondo colloquio! Ovviamente, ho rifiutato.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...